Condividi

Per proteggere maggiormente i lavoratori esposti ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro,

il Parlamento e il Consiglio UE, con la Direttiva 2017/2398, adottata il 25 Ottobre 2017, hanno apportato numerose modifiche alla Direttiva 2004/37/CE sulla protezione dei lavoratori contro i rischi suddetti.

Tra le principali modifiche, troviamo l’aggiunta della previsione secondo cui il medico o l’autorità responsabile della sorveglianza potrà richiedere di proseguire la sorveglianza sanitaria anche dopo l’esposizione agli agenti cancerogeni o mutageni, fino a quando lo ritenga necessario.

Per quanto riguarda i valori limite di esposizione, sono stati inseriti ulteriori valori per 11 nuovi agenti chimici e sono stati variati 2 dei 3 agenti già presenti nella Direttiva.

In particolare, dal 17 Gennaio 2023 il valore limite di esposizione professionale delle polveri di legno duro passerà da 5 mg/m3 a 2 mg/m3.

Sarebbe molto utile distinguere quest’ultime dalle polveri di legno tenero, come raccomandato dallo SCOEL e dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, per le quali il Parlamento aveva chiesto l’abbassamento dei valori limite, ma capita spesso che l’esposizione alle polveri di legno sia di natura mista, il che complica notevolmente la misurazione in termini di esposizione.

Infine, Gli stati membri dovranno adeguarsi alle modifiche della Direttiva 2004/37/CE entro il 17 Gennaio 2020.