Condividi

Aifes e Ugl Polizia di Stato hanno siglato un importante accordo di collaborazione per la realizzazione di seminari di studio ed alta formazione destinati all’aggiornamento e alla formazione professionale del personale della polizia di Stato. Malgrado le procedure formative, ai fini del riconoscimento da parte della Polizia di Stato, siano molto complesse, Aifes ha dimostrato di possedere tutti i requisiti previsti dalla legge per poter operare con successo anche in questo delicato settore.

L’accordo di collaborazione prevede la cessione da parte di Aifes del Know How strumentale e scientifico e della formazione tecnico metodologica necessaria a consentire ai docenti, anche appartenenti alla polizia di Stato, di operare a favore delle specifiche esigenze formative del personale della polizia di Stato. La Direzione Centrale per gli Istituti di Istruzione, tenuto conto anche delle indicazioni formulate dagli Uffici e dalle Direzioni Centrali di questo Dipartimento, ha provveduto ad individuare le tematiche di interesse generale e di settore.

Sulla base di quanto premesso, sono state individuate, per l’anno 2015, le seguenti tematiche di interesse generale che dovranno essere approfondite in tre giornate, preferibilmente consecutive, riservate all’aggiornamento professionale, alle quali dovrà partecipare, secondo aliquote da stabilire in sede periferica, tutto il personale:

  • Legge 6 novembre 2012, n.190, recante “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione nella Pubblica Amministrazione”;
  • Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, con particolare riguardo al trattamento dei dati da parte delle PubblicheAmministrazioni. Le banche dati delle Forze di Polizia. L’accesso abusivo ad un sistema informatico telematico (art.615 ter del codice penale).
  • La prevenzione di natura sanitaria nell’attività di polizia: prevenzione della lesività nelle tecniche di immobilizzazione; contatti con soggetti potenzialmente portatori di malattie infettive o contagiose.

Per quanto attiene alle tematiche di settore, invece sono state individuate le seguenti tematiche:

Decreto legislativo n.Sl/2008 recante disposizioni in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro e successive modifiche, con particolare riguardo all’informazione e formazione dei lavoratori.

  • Attività di ordine pubblico: buone prassi per la gestione ed il controllo della violenza durante le manifestazioni sportive e di piazza, con particolare riguardo alla tutela dell’incolumità degli operatori di Polizia.
  • Procedure investigative in caso di abuso su minore alla luce delle recenti modifiche normative di recepimento della Convenzione di Lanzarote. Protocollo di intesa tra il Dipartimento della Pubblica Sicurezza e il Garante per l’infanzia e l’adolescenza-

Vademecum per gli operatori di Polizia.

  • Disposizioni per la repressione della corruzione, con particolare riferimento al decreto legislativo n.163/2006 ed alle procedure per gli appalti pubblici. Indagini in materia di grandi eventi ed emergenza. Le corruzioni “occulte” ed i meccanismi di erogazione della spesa pubblica; indici di anomalie nel sistema delle gare pubbliche e nei metodi di individuazione del contraente.
  • Linee guida relative alle procedure per l’applicazione delle misure a tutela dei testimoni e dei collaboratori di giustizia.
  • Analisi forense dei telefoni cellulari e degli smartphone, normativa in materia di conservazione dei dati di traffico telefonico o telematico (decreto legislativo n. l 09/2008) in relazione alla legge 31 luglio 2005 n. 155 recante “misure per il contrasto del terrorismo internazionale e della criminalità”.
  • Contrasto al cyber crime con particolare riguardo alle modifiche al codice penale introdotte dalla legge n.98/2008.
  • Gestione del fenomeno migratorio via mare.
  • Il soggiorno dello straniero sul territorio nazionale; rimpatri e procedure afferenti l’allontanamento dal territorio nazionale di uno straniero in stato di irregolarità ed i reati connessi.
  • Permesso di soggiorno elettronico, caratteristiche ed elementi di sicurezza.
  • Disciplina relativa al soggiorno ed all’allontanamento dei cittadini dell’ U.E.
  • Le indagini patrimoniali, le indagini sotto-copertura.
  • Le intercettazioni delle comunicazioni attraverso le “applicazioni” relative ai principali “social network”.
  • Nuove tecniche di evidenziazione di impronte latenti.
  • Procedure e adempimenti per il controllo dei conducenti e dei veicoli stranieri.
  • L’autotrasporto internazionale di viaggiatori.

I seminari di studio si terranno presso i locali di pertinenza della Polizia di Stato oppure presso i nostri Centri di Alta Formazione, che saranno ben lieti di ospitare gli uomini e le donne della Polizia. Tra i temi al centro dell’azione formativa non potrà mancare il Decreto legislativo n.81/2008 recante disposizioni in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro e successive modifiche, con particolare riguardo all’informazione e formazione dei lavoratori.

I corsi avranno una durata minima di 8 ore, suddivise in moduli, al termine dei quali, è previsto il superamento di un test di verifica dell’apprendimento, ed il rilascio di un attestato, in conformità alle disposizioni ministeriali.