Condividi

Grazie ad Aifes i temi della sicurezza sul lavoro all’Energy Village di Catania

Mancano poche settimane all’inizio dell’Energy Village evento che dal 23 al 26 settembre 2015 vedrà riunite a Catania, con esponenti di elevato standing sia nazionale che internazionale, le “Aziende sostenibili” ed i Professionisti che operano per le Imprese.

Nei quattro giorni di lavoro verranno sviluppati i temi dell’Energia, della Sicurezza sul Lavoro, della contrattualistica (CCNL), della Security, dell’Ambiente e del Project Management, ovvero le basi su cui si fonda l’Azienda sostenibile: un’impresa che ha un impatto significativo sul territorio con un corretto approccio in termini di gestione dell’Energia, gestione del Lavoro, gestione della salute e sicurezza, gestione della Security e, non ultimo, gestione corretta nei confronti dell’Ambiente.

Aifes, si presenta con un programma ricco di approfondimenti che non mancherà di impegnare i numerosi imprenditori che nella loro qualità di datori di lavoro, sono chiamati a grandi responsabilità, in materia di prevenzione degli infortuni e di protezione dei lavoratori, spesso sconosciute o sottovalutate ma che potranno contare sulla collaborazione di qualificato soggetto formatore quale è Aifes e di una ampia rete di partner sociali, da sempre attenti ai reciproci bisogni dei lavoratori e delle imprese.

La tutela della salute dei lavoratori e più in generale la sicurezza dei luoghi di lavoro rappresenta, infatti, un importante indice della sostenibilità sociale ed economica dell’impresa moderna. Non a caso il legislatore attribuisce all’imprenditore, nella sua funzione di datore di lavoro, precise responsabilità in merito al dovere di organizzazione del servizio di prevenzione e protezione, il cui assolvimento potrà essere assunto direttamente oppure incaricando persone o servizi esterni, costituiti presso le associazioni dei datori di lavoro o presso gli organismi paritetici. La legge stabilisce che chiunque assuma l’incarico deve essere in possesso delle capacità e dei requisiti professionali adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative. Motivo per cui è necessario possedere un adeguato titolo di studio nonché attestati di frequenza con verifica di apprendimento a specifici ed adeguati corsi di formazione.

Per lo svolgimento della funzione di responsabile del servizio di prevenzione e protezione, oltre ai requisiti già indicati, l’imprenditore ( datore di lavoro) deve possedere un attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento, a specifici corsi di formazione in materia di prevenzione e protezione dei rischi, anche di natura ergonomici e da stress lavoro correlato, di organizzazione e gestione delle attività tecnico amministrative e di tecniche di comunicazione in azienda e di relazioni sindacali. Come possiamo vedere, pertanto, non si tratta solo di conoscere i rischi lavoro correlati ma di maturare un adeguata tecnica comunicativa e di approfondimento del sistema delle relazioni sindacali. Non a caso l’art. 32, comma 4, del D.lgs.81/08, individua tra i soggetti titolati ad organizzare i corsi di formazione le associazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori e gli organismi paritetici, in possesso del requisito della maggiore rappresentatività comparata.

A tal proposito AIFES, grazie anche ai suoi partner CISAL e gli enti bilaterali ENBIC ed ENBIMS hanno realizzato una rete di servizi per di offrire la massima e qualificata collaborazione a quegli imprenditori che intendono assumere a se il ruolo di responsabile del servizio di prevenzione e protezione somministrando loro la migliore formazione richiesta dalla legge oppure intervento nella formazione dei professionisti a cui essi intendono assegnate questo delicato compito.

Iscrizioni

 

 

23-24-25-26 settembre

SAL Spazio Avanzamento Lavori

Via Indaco, 23 Catania – Mappa