Condividi

Al via la campagna di comunicazione Inail

Reinserire le persone con disabilità nel mondo del lavoro anche nel caso di una nuova assunzione è possibile, ove sussista l’incontro tra domanda e offerta. Una nuova e importante opportunità, al centro della campagna di comunicazione Inail al via da oggi.

Testimonial dell’iniziativa è Oney Tapia, l’atleta paralimpico non vedente, argento nel lancio del disco a Rio 2016 che, grazie ai traguardi raggiunti nella vita e nello sport, esprime al meglio il messaggio diffuso dall’Istituto. L’obiettivo è coinvolgere le persone con disabilità da lavoro in cerca di nuova occupazione e i datori di lavoro.

Estesa la realizzazione di progetti personalizzati.

La circolare Inail n. 30/2017 estende, infatti, la realizzazione di progetti personalizzati per il reinserimento e l’integrazione nell’attività lavorativa, già previsti dalla circolare 51/2016, anche ai casi di nuova assunzione a seguito di incontro tra domanda e offerta di lavoro.

L’Istituto mette a disposizione fondi per sostenere questo tipo di progetti che riguardano, sia assunzioni con contratti di lavoro subordinato o parasubordinato, sia rapporti lavoro flessibili o a tempo determinato.

Resta escluso il lavoro di tipo autonomo previsto, invece, per gli interventi di conservazione del posto di lavoro. La circolare illustra, inoltre, le modalità di predisposizione del progetto di reinserimento lavorativo personalizzato da parte delle equipe multidisciplinari territoriali dell’Istituto, con il coinvolgimento del lavoratore e la partecipazione attiva del datore di lavoro.

“Un nuovo obiettivo è sempre possibile. Anche nel mondo del lavoro”.

È questo lo slogan scelto per la campagna di comunicazione, con l’obiettivo di inviare un messaggio di rinascita, integrazione e promuovere l’adesione dei datori di lavoro ai nuovi servizi messi a disposizione dall’Inail.

Oney Tapia, campione paralimpico con un passato da giardiniere, è ritratto mentre lancia il disco nel centro sportivo paralimpico Tre Fontane a Roma. Le attività di promozione, in programma durante il mese di aprile, coinvolgeranno tutti i media: stampa, radio e tv nazionali e locali, web e, in più, portale e social network istituzionali. Sono stati realizzati due spot, uno radiofonico e uno video, con i quali saranno diffusi i messaggi valoriali e le informazioni relative alle misure destinate ai lavoratori. Lo spot video sarà proiettato, infine, anche nelle stazioni ferroviarie.

Finanziamenti e limiti di spesa per il 2018.

L’Inail ha stanziato oltre 20 milioni di euro per l’anno in corso ed eroga contributi per le diverse tipologie di interventi, con un rimborso complessivo massimo pari a 150mila euro a progetto per la realizzazione degli “accomodamenti ragionevoli”.

Più nel dettaglio, i limiti di spesa, rimborsabili al 100%, sono rispettivamente di 95 e 40mila euro per l’abbattimento delle barriere architettoniche e per l’adeguamento delle postazioni di lavoro con arredi, ausili e dispositivi tecnologici, informatici e di automazione e di 15mila euro, con un rimborso massimo del 60%, per la formazione e la riqualificazione professionale.

È prevista la possibilità di richiedere un anticipo fino al 75%. Le misure relative ai nuovi impieghi si affiancano a quelle già previste dall’Istituto, con la circolare n. 51 del 30 dicembre 2016, per i lavoratori, subordinati e autonomi, che, a causa di un infortunio o di una malattia professionale, hanno bisogno di interventi mirati per consentire o agevolare la conservazione del posto di lavoro.

I benefici in materia di reinserimento e integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro, previsti dal Regolamento, sono resi operativi dalla circolare n. 30/2017 anche nell’ambito delle nuove assunzioni, laddove sussista l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. L’ Inail rimborsa fino a un massimo di 150 mila euro i datori di lavoro per ciascun progetto personalizzato

Regolamento per il reinserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro. Legge 23 dicembre 2014, n. 190, articolo 1, comma 166. Inserimento in nuova occupazione a seguito di incontro tra domanda e offerta di lavoro.

Regolamento per il reinserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro. Legge 23 dicembre 2014, n.190, articolo 1, comma 166.

Fonte:Inail